Vin Santo del Chianti DOC Serelle Ruffino
  • Vin Santo del Chianti DOC Serelle Ruffino

Vin Santo del Chianti DOC Serelle Ruffino

15,90 €
Tasse incluse

VIN SANTO DEL CHIANTI DOC SERELLE RUFFINO

Vendemmia: 2015

Grado Alcolico: 16,0% vol.

Colore: dorato tendente all'arancio.

Sapore: note intense di frutta essiccata, dall’albicocca all’ananas, dal fico al dattero.

Temperatura di servizio:  14- 16° C

Quantità

  Pagamenti Sicuri con Transazione Protetta

Accettiamo tutte le Carte di Credito, Bonifico Bancario e Contrassegno

  Spedizione in 24/48 ore*

in Italia, escluse Isole e Zone Periferiche

  Spedizione Gratuita da 150 €

Esclusi Bag in Box 20L

BOTTIGLIA: 37,5 CL

ANNATA: 2015

VITIGNI: Malvasia del Chianti, Trebbiano Toscano

LA STORIA

A partire dal Medioevo, il Vino Santo ha sempre avuto un posto d'onore nell'enologia toscana. Ci sono molti aneddoti sull'origine del nome di questo vino. Uno di questi narra di un frate che nel XIV secolo era solito distribuire ai malati il vino che aveva usato per la messa (da cui l'appellativo "santo"), confidando nelle sue virtù terapeutiche e miracolose.

Un'altra di queste storie narra che al Patriarca greco John Bessarion, in visita a Firenze nel 1349, fu servito il Vin Pretto (o "vin puro"), un vino locale che non esiste più. Dopo averlo bevuto il Pateriarca dichiarò "Questo vino è di Xanthos!" (un'isola della Grecia). Ma i commensali italiani capirono "santo" e iniziarono a chiamare "Vin Santo" il vecchio Vin Pretto.
A ogni modo, il nome di questo nome ha probabilmente molto a che fare con il fatto che fosse usato durante le funzioni sacre.
Il Vin Santo Serelle di Ruffino è stato prodotto per la prima volta nel 1988. Le uve per la produzione di questo vino da dessert provengono da vigne dell'area del Chianti, ubicate tra i 150 e i 450 metri sul livello del mare.

NOTE DI DEGUSTAZIONE

Il bouquet è estremamente affascinante nella sua complessità ed eleganza. L’impatto al naso presenta intense note di frutta candita e di miele d’eucalipto esaltate da freschi cenni agrumati e intriganti sentori di noce e nocciola. Al palato Serelle si caratterizza per note intense di frutta essiccata, dall’albicocca all’ananas, dal fico al dattero. Il lungo processo di affinamento conferisce piacevoli cenni di noce e nocciola. L’intensa dolcezza è ottimamente bilanciata da una piacevole fragranza gustativa. Il persistente finale svela note di scorza d’arancia e crème brulé.

SUGGERIMENTI PER L’ABBINAMENTO

Il vin Santo del Chianti è un tipico vino da dessert, e il suo perfetto abbinamento con i “cantucci” di Prato.

APPUNTI DELL’ENOLOGO

Appesi in vinsantaia, ambiente caratterizzato da una costante ventilazione naturale, i grappoli sono appassiti molto lentamente, selezionati e vinificati nei primi giorni di dicembre.
Fermentazione: La pressatura dei grappoli appassiti è stata attuata con cicli delicati e lunghi. Il mosto così ottenuto, denso per l'alta concentrazione di zuccheri, è stato trasferito in fusti di rovere da 225 litri e fermentati in ambiente termocondizionato a 18°C.
Raggiunto verso la metà di gennaio il giusto equilibrio tra alcool e zuccheri residui, la fermentazione è stata interrotta.
Dopo travaso e l’illimpidimento, il vinsanto è stato travasato in fusti di rovere dove è rimasto ad affinare per 3 anni circa.

Scheda tecnica

Regione
Toscana
Classificazione
DOC
Uve
Malvasia
Trebbiano